Sistema

Rassegna CNOS - Anno 34 - N. 1 - Gennaio - Aprile 2018

Monitoraggi sulle diseguaglianze nei sistemi educativi in Europa e in Italia e politiche da adottare, il punto sulla riforma dell’Istruzione Professionale e delle Politiche Attive del Lavoro in Italia e nelle Regioni, i principali temi programmati dalla Rivista per l’anno 2018: ecco, in sintesi, gli argomenti che saranno oggetto del presente editoriale.

La Formazione Professionale nelle Regioni Anno 2014/2015 Proposta di un costo standard

La fotografia che il dott. Giacomo Zagardo, Ricercatore impegnato da anni nella definizione del quadro della IeFP nelle Regioni, traccia in questo Quaderno è ormai nota nella sua impostazione. Come sempre, infatti, con la precisione che gli è riconosciuta, tratteggia i punti di forza e di criticità di un (sotto)sistema del secondo ciclo che, se da una parte raccoglie risultati positivi, dall’altra fatica ancora ad assumere dimensione di sistema “nazionale”.

Rassegna CNOS - Anno 32 - N. 1 - Gennaio-Aprile 2016

Il lettore troverà, nel presente editoriale , due approfondimenti sugli aspetti ordinamentali del sistema educativo di Istruzione e Formazione. L’uno riguarda la riorganizzazione dell’Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) che s’intravvede nella riforma costituzionale del Titolo V. L’altro è legato alla produzione normativa e regolamentare successiva alla Legge 107/2015.

Rassegna CNOS - Anno 31 - N. 3 - Settembre-Dicembre 2015

Delle molteplici riforme riguardanti l’istruzione, la formazione e il lavoro messe in atto dal Governo Renzi in carica dal 22 febbraio 2014, alcune sono già concluse, altre sono ancora da approvare o perfezionare.

Rassegna CNOS - Anno 31 - N. 2 - Maggio - Agosto 2015

Come abbiamo avuto modo di affermare nell’Editoriale precedente, la Rivista Rassegna CNOS in questo periodo sta monitorando più argomenti, perché ci sono in atto riforme profonde: la riforma costituzionale, la riforma del sistema scolastico, la riforma del lavoro, ecc.
Nel presente Editoriale, tuttavia, ci concentreremo sul DDL “La Buona Scuola” dal momento che sugli altri provvedimenti non si registrano novità di rilievo.

La valutazione interna ed esterna dei CFP e il nuovo sistema nazionale di valutazione

A livello internazionale si riscontra oggi un diffuso riconoscimento del fatto che i sistemi di valutazione e di assessment siano da considerare elementi determinanti per la costruzione di sistemi educativi più efficaci ed al tempo stesso più equi. In particolare, vi è consenso sul ruolo giocato da due dimensioni chiave, rappresentate da un lato dal grado di accountability espressa dai sistemi verso l’esterno e dall’altro dallo sviluppo e dal miglioramento progressivo generato al proprio interno (improvement).

Sperimentazione di nuovi modelli nel sistema di Istruzione e Formazione Professionale Diploma professionale di tecnico Principi generali, aspetti metodologici, monitoraggio

Quanto emerge dalla presente rilevazione sui nuovi percorsi formativi sperimentali finalizzati al rilascio del diploma professionale di tecnico, conferma l’importanza di una FP dotata di un proprio statuto peculiare, inserita in un complessivo sistema educativo ad un tempo unitario e pluralistico, in grado di rappresentare un sottosistema dotato di pari dignità rispetto a quello dell’istruzione e con questo interrelato con possibilità di passaggi, al fine di offrire ai giovani l’opportunità di acquisire un diploma professionale che sancisce, oltre che la continuità all’assolvimento del diri

Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) nell'a.f. 2012/13

La fotografia che il dott. Giacomo Zagardo, ricercatore Isfol impegnato da anni nella definizione del quadro della IeFP nelle Regioni, traccia in questo quaderno della IeFP nelle Regioni è diventata ormai un appuntamento irrinunciabile. L'autore tratteggia pregi e criticità di un (sotto)sistema del secondo ciclo che, se da una parte raccoglie risultati positivi, dall'altra fatica ancora ad assumere dimensione "nazionale" e "stabile".

Studio sull’intera filiera formativa professionalizzante alla luce delle strategie di Lisbona a partire dalla formazione superiore non accademica - Rapporto Finale

Gli anni 2007 e 2008 hanno segnato dal punto di vista della formazione professionale terziaria non accademica in Italia un significativo passaggio. Già la Finanziaria approvata nel 2006 decretava una riorganizzazione del Sistema di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, di cui all’art. 69 della legge 17 maggio 1999 n. 144. In seguito il decreto legge 31 gennaio 2007 n. 7 poi convertito in legge con modifiche il 2 aprile 2007 n. 40, art. 13 comma 2 prevedeva l’istituzione degli Istituti Tecnici Superiori.

Il ruolo della formazione in un sistema di welfare attivo

Una premessa necessaria La formazione professionale, come sistema, sta cambiando in termini non percepiti forse dall’opinione pubblica, ma invece ben percepiti dagli attori sociali coinvolti. C’è da tempo un tentativo, con alterne vicende, di rivederne il ruolo nella fase iniziale della vita delle persone in relazione alla loro entrata nel mercato del lavoro. C’è il crescere delle attività formative durante il corso della vita. Le due cose, formazione iniziale e continua si richiamano, la seconda soprattutto presuppone una buona qualità della prima.

Pagine

Abbonamento a RSS - Sistema