Guida

Guida per l'accompagnamento al lavoro autonomo. Una proposta di percorsi per la creazione d'impresa. II edizione

La formazione professionale, secondo una definizione generalmente condivisa, è un percorso, formale e/o informale per l’acquisizione di competenze professionali spendibili sul mercato del lavoro. Secondo questa definizione, pertanto, al termine di un corso, agenzie formative docenti utenti… possono ritenersi soddisfatti se le competenze professionali, che rappresentano l’obiettivo del corso stesso, sono state raggiunte, almeno ad un livello ritenuto “accettabile”, dagli allievi. Questa affermazione è parzialmente vera.

Guida per l’accompagnamento al lavoro autonomo - Una proposta di percorsi per la creazione d’impresa

Una delle indicazioni qualificanti l’Accordo Stato-Regioni del 2 marzo 2000 per l’attuazione delle disposizioni in materia di obbligo di frequenza delle attività formative (art. 68 della legge 17 maggio 1999, n. 144, paragrafo 1 “Assolvimento dell’obbligo formativo nella formazione professionale”) è stata l’introduzione di misure di accompagnamento al lavoro: “I percorsi formativi devono assicurare misure di accompagnamento finalizzate a favorire l’inserimento professionale in relazione al contesto lavorativo locale” (paragrafo 1, comma 6).

Linee guida per i percorsi di istruzione e formazione professionale. Comunità professionale meccanica.

La presente Guida si inserisce in un ampio lavoro, comprendente una “Linea guida generale per i percorsi di istruzione e formazione professionale”, ed altre guide di comunità professionali così da costituire nell’insieme una proposta organica e orientata alla gestione formativa degli stessi percorsi.

Guida per l’accompagnamento al lavoro dipendente

Una delle indicazioni qualificanti l’Accordo Stato-Regioni del 2 marzo 2000 per l’attuazione delle disposizioni in materia di obbligo di frequenza delle attività formative (art. 68 della legge 17 maggio 1999, n. 144, paragrafo 1 “Assolvimento dell’obbligo formativo nella formazione professionale”) è stata l’introduzione di misure di accompagnamento al lavoro: “I percorsi formativi devono assicurare misure di accompagnamento finalizzate a favorire l’inserimento professionale in relazione al contesto lavorativo locale” (paragrafo 1, comma 6).

Guida per l’elaborazione dei piani formativi personalizzati - Comunità professionale commerciale delle vendite

Con la nuova normativa sul sistema educativo (legge cost. 3/01, legge 53/03, legge 30/03), nel secondo ciclo degli studi si prevede (accanto a quello liceale) il sottosistema dell’istruzione e della formazione professionale, che realizza le mete del “Profilo educativo, culturale e professionale” (PECUP) avvalendosi di una metodologia fondata sulla valorizzazione delle culture del lavoro e mediante un approccio basato sulla pedagogia per progetti.

Linee guida per la realizzazione di percorsi organici nel sistema dell’istruzione e della formazione professionale

La presente linea guida non nasce da uno studio teorico, ma costituisce la sintesi di un percorso di progettazione e sperimentazione, che ha coinvolto la Federazione CNOS-FAP e l’Associazione CIOFS/FP fin dal 2000. La legge 144/99 ha introdotto la possibilità di assolvere l’obbligo formativo nei percorsi della formazione professionale delineati nell’Accordo Stato Regioni del 2 marzo 2000, provocando un sostanziale rinnovamento del sistema formativo.

Sintesi delle linee guida per la realizzazione di percorsi organici nel sistema dell’istruzione e della formazione professionale

La presente linea guida non nasce da uno studio teorico, ma costituisce la sintesi di un lungo percorso di progettazione e sperimentazione, che ha coinvolto l’intera Federazione CNOS-FAP e l’Associazione CIOFS/FP fin dal 2000. La legge 144/99 ha introdotto la possibilità di assolvere l’obbligo formativo nei percorsi della formazione professionale delineati nell’accordo Stato-Regioni del 2 marzo 2000, provocando un sostanziale rinnovamento del sistema formativo.

Guida per l’orientamento iniziale

Questa guida è ad uso degli operatori coinvolti a vario titolo nelle attività di accoglienza e contiene materiali destinati ad essere utilizzati principalmente nel 1° anno del percorso formativo. È uno strumento flessibile: può essere integrata o usata in modo parziale.

L’orientamento nel CFP - 3 Guida per l’accompagnamento finale

L’accompagnamento finale, oltre a costituire un’occasione di progettazione consapevole per il futuro, è utile per offrire ai ragazzi acquisizioni necessarie ad attivare strategie di ingresso nel mondo del lavoro, e rappresenta un valido punto di riferimento nel percorso di inserimento lavorativo. Numerosi elementi, alcuni dei quali già considerati nella parte relativa all’accompagnamento in itinere 1, consentono l’elaborazione di un progetto di inserimento post-formazione consapevole e coerente con le aspettative e le motivazioni di ogni allievo.

L’orientamento nel CFP - 2 Guida per l’accompagnamento in itinere

L’accompagnamento in itinere non può prescindere dall’accompagnamento iniziale, volto ad accogliere gli allievi al loro ingresso al Centro di Formazione Professionale (CFP). La presente guida, pertanto, si pone in stretta continuità con il manuale relativo all’accoglienza, già pubblicato in questa collana. Nelle pagine che seguono, sono proposti strumenti ed attività da utilizzare nel I e nel II anno del percorso formativo, come logica conseguenza delle attività realizzate nel percorso dell’accoglienza.

Pagine

Abbonamento a RSS - Guida