Giovani

Guida per l’orientamento iniziale

Questa guida è ad uso degli operatori coinvolti a vario titolo nelle attività di accoglienza e contiene materiali destinati ad essere utilizzati principalmente nel 1° anno del percorso formativo. È uno strumento flessibile: può essere integrata o usata in modo parziale.

L’orientamento nel CFP - 3 Guida per l’accompagnamento finale

L’accompagnamento finale, oltre a costituire un’occasione di progettazione consapevole per il futuro, è utile per offrire ai ragazzi acquisizioni necessarie ad attivare strategie di ingresso nel mondo del lavoro, e rappresenta un valido punto di riferimento nel percorso di inserimento lavorativo. Numerosi elementi, alcuni dei quali già considerati nella parte relativa all’accompagnamento in itinere 1, consentono l’elaborazione di un progetto di inserimento post-formazione consapevole e coerente con le aspettative e le motivazioni di ogni allievo.

L’orientamento nel CFP - 2 Guida per l’accompagnamento in itinere

L’accompagnamento in itinere non può prescindere dall’accompagnamento iniziale, volto ad accogliere gli allievi al loro ingresso al Centro di Formazione Professionale (CFP). La presente guida, pertanto, si pone in stretta continuità con il manuale relativo all’accoglienza, già pubblicato in questa collana. Nelle pagine che seguono, sono proposti strumenti ed attività da utilizzare nel I e nel II anno del percorso formativo, come logica conseguenza delle attività realizzate nel percorso dell’accoglienza.

L’orientamento nel CFP - 4 Guida per la gestione dello stage

Nel grande fermento di idee e di iniziative che caratterizza l’attuale dibattito intorno alla Formazione professionale iniziale (FPI), una crescente importanza viene attribuita allo stage quale modalità prevalente di realizzazione dell’alternanza formativa. L’interesse che i Centri di Formazione Professionale (CFP) manifestano nei suoi riguardi e le sperimentazioni finora compiute non lasciano dubbi sul ruolo che tale strumento ricoprirà nel futuro sistema di Formazione professionale iniziale.

Verso una prospettiva di lungo periodo per il sistema della formazione professionale - Il ruolo della rete formativa - Rapporto finale

La Sede Nazionale del CNOS-FAP, nel corso dell’anno 2009, avvalendosi del CENSIS, ha promosso una ricerca sul ruolo dell’interconnessione delle reti formative per verificarne l’impatto positivo ai fini di una formazione post-secondaria più completa, idonea a considerare aspetti diversi nell’iter formativo, quali: sviluppo delle attitudini professionali; sviluppo delle competenze tecniche e tecnologiche; riconoscimento e potenziamento delle peculiari e autonome identità personali dei soggetti che vi partecipano.

Giovani e percorsi professionalizzanti: un gap da colmare? - Rapporto finale

Le Sedi nazionali del CNOS-FAP e del CIOFS/FP hanno avviato, nel corrente anno, una collaborazione con il CENSIS per intraprendere un’azione di ricerca sui giovani che rappresentano il segmento fondamentale che influisce sia sull’offerta formativa successiva al completamento del primo ciclo di istruzione (istruzione secondaria di secondo grado e formazione professionale iniziale per il diritto-dovere), sia quella post-secondaria, accademica e non.

Ma davvero la formazione professionale non serve più?

A seguito della stagione delle grandi riforme (non sempre compiute) che hanno interessato organizzazione e governance dell’istruzione e della formazione professionale iniziale, ridisegnando più volte l’architettura del complessivo sistema di offerta – da una parte, la riforma Berlinguer del 2000 abrogata dalla successiva riforma Moratti del 2003, a cui ha fatto seguito l’elevamento dell’obbligo di istruzione a 16 anni introdotto dalla legge finanziaria 2007 e dall’altra, la riforma del titolo V del Costituzione con l’ampliamento delle competenze regionali nel campo della istruzione e formaz

Pagine

Abbonamento a RSS - Giovani