CNOS-FAP

Linee guida per i percorsi di istruzione e formazione professionale. Comunità professionale elettrica e elettronica.

La presente Guida si inserisce in un ampio lavoro, comprendente una “Linea guida generale per i percorsi di Istruzione e Formazione Professionale”, ed altre guide di comunità professionali così da costituire nell’insieme una proposta organica e orientata alla gestione formativa degli stessi percorsi.

In cammino per Cosmopolis

PERCHÉ questa ulteriore pubblicazione? Perché sintetizza e completa in forma pratica, di Laboratorio, la serie delle attività che in questi ultimi anni sono state promosse da parte della Sede Nazionale del CNOS-FAP in merito all’educazione alla cittadinanza: − con La valigia del “migrante”.

La valigia del “Migrante” Per viaggiare a Cosmopolis

Nella contemporanea società multiculturale, l’educazione all’alterità e al dialogo tra le diverse culture si delinea come un’esigenza sempre più pressante, ai fini di una convivenza civile che non sia semplicemente pacifica, ma che rappresenti una risorsa importante, un valore aggiunto per il nostro Paese. E il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione si può definire il “laboratorio” privilegiato nel quale avviare l’educazione interculturale proprio partendo dalle generazioni più giovani. Ma come?

La cura della personalità dell’allievo - Una proposta di intervento per il coordinatore delle attività educative nel Centro di formazione professionale

Mettere per iscritto una esperienza educativa significa “impoverirla”. Non è possibile, infatti, descrivere tutte le attenzioni di un educatore nei confronti dei giovani. Non sarà mai possibile documentare fedelmente il tono confidenziale di un colloquio, la premura adottata in occasione di una particolare situazione, la dolcezza e la fermezza di un intervento educativo… Pur consapevoli di questi limiti, abbiamo giudicato utile diffondere di questa esperienza.

Apprendistato nei percorsi di diritto-dovere

Il volume nasce con l’obiettivo di fotografare una realtà che è stata a lungo trascurata. Infatti, se l’inserimento dell’apprendistato come opzione per l’assolvimento dell’obbligo formativo nel 1999, quando fu approvata la legge n. 144, fu salutata come una conquista, che riconosceva dignità formativa al lavoro al pari dell’istruzione effettuata nei luoghi più tradizionali del sapere, dopo quella data l’interesse per tale segmento dell’apprendistato è stato sempre minoritario.

Monitoraggio delle politiche regionali in tema di Istruzione e Formazione Professionale

Il Decreto legislativo approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri il 17 ottobre 2005 concernente la “Definizione delle norme generali e dei livelli essenziali delle prestazioni sul secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione ai sensi della legge 28 marzo 2003”, n. 53, all’articolo 18, comma 2, recita: “Gli standard minimi formativi relativi alle competenze di cui al comma 1, lettera b) sono definiti con Accordo in sede di Conferenza Stato-Regioni di cui al decreto legislativo 28 agosto 1997, n.

Educare alla costituzione

Questo libro cerca di proporre tracce di una educazione alla democrazia utilizzando la Costituzione come strumento educativo. La lettura della Costituzione non è affatto educativa di per sé, perché in generale è educativo ciò che rientra in un progetto pedagogico. Dunque la Costituzione va mediata pedagogicamente, come qualunque altro oggetto didattico.

Studio sull’intera filiera formativa professionalizzante alla luce delle strategie di Lisbona a partire dalla formazione superiore non accademica - Rapporto Finale

Gli anni 2007 e 2008 hanno segnato dal punto di vista della formazione professionale terziaria non accademica in Italia un significativo passaggio. Già la Finanziaria approvata nel 2006 decretava una riorganizzazione del Sistema di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, di cui all’art. 69 della legge 17 maggio 1999 n. 144. In seguito il decreto legge 31 gennaio 2007 n. 7 poi convertito in legge con modifiche il 2 aprile 2007 n. 40, art. 13 comma 2 prevedeva l’istituzione degli Istituti Tecnici Superiori.

Il punto sulla Formazione professionale in Italia in rapporto agli obiettivi di Lisbona

Negli anni più recenti non c’è stata discussione o proposta di miglioramento dei sistemi di istruzione e formazione, che non abbia preso a riferimento gli obiettivi che il vertice europeo di Lisbona aveva proposto come meta da conseguire entro il 2010, per fare dell’Europa l’economia della conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale.

Pagine

Abbonamento a RSS - CNOS-FAP