Guida per l'accompagnamento al lavoro autonomo. Una proposta di percorsi per la creazione d'impresa. II edizione

Leggi Epub

Scarica Epub

La formazione professionale, secondo una definizione generalmente condivisa, è un percorso, formale e/o informale per l’acquisizione di competenze professionali spendibili sul mercato del lavoro. Secondo questa definizione, pertanto, al termine di un corso, agenzie formative docenti utenti… possono ritenersi soddisfatti se le competenze professionali, che rappresentano l’obiettivo del corso stesso, sono state raggiunte, almeno ad un livello ritenuto “accettabile”, dagli allievi. Questa affermazione è parzialmente vera. Per dichiararsi soddisfatti non è sufficiente la sola acquisizione delle competenze professionali, è necessario anche sapere dove spenderle e avere la capacità di attivare dei percorsi per “promuoverle”. Al termine di un corso occorre, cioè, aver acquisito, accanto alle competenze proprie della figura o qualifica o area professionale, anche competenze di carattere metodologico per realizzare delle strategie operative che possano condurre alla vita attiva. Senza queste “ulteriori” competenze, quelle professionali rimangono un patrimonio non spendibile. Nella vita attiva ci si entra o come lavoratore dipendente o come lavoratore autonomo/ piccolo imprenditore. L’una o l’altra modalità sono il frutto di scelte determinate, in ultima analisi, da fattori personali e da fattori ambientali, da propensioni individuali e dalle sollecitazioni del contesto socio-economico, da “elementi vocazionali” e da “opportunità” che la storia e l’habitat di ciascuno presenta. Questo volume trova la sua naturale collocazione nella formazione professionale e si propone di far acquisire agli utenti competenze per realizzare una impresa o comunque avviare un lavoro in proprio. Più in particolare è destinato agli allievi e ai docenti di corsi di “formazione professionale al lavoro”. Il sussidio, più in particolare, intende essere di aiuto agli allievi: - per comprendere se hanno delle “propensioni” alla imprenditorialità e al lavoro in proprio; - per verificare se sono in possesso di un’idea imprenditoriale o per sollecitarne la nascita; - per valutare la fattibilità di tale idea. Vuole parimenti essere d’aiuto ai formatori impegnati nell’attività di tutoraggio e di supporto agli allievi nei loro percorsi verso l’imprenditorialità. Una indicazione sulla struttura formale del volume. Ciascuna delle sette parti che lo compone si articola in due percorsi: a) il primo percorso è finalizzato all’informazione e si avvale di una esposizione dei contenuti e di schede tematiche. L’esposizione è volutamente essenziale e sobria e fa frequentemente ricorso a schematizzazioni e illustrazioni visive. Le schede, invece, rappresentano un approfondimento di temi precedentemente accennati. b) il secondo percorso è costituito da laboratori che si distinguono in tre tipologie, a seconda dei destinatari cui si rivolgono: - laboratorio a, per gli allievi dell’obbligo formativo - laboratorio b, per gli allievi della formazione superiore o, comunque, di una utenza adulta, - laboratorio c, rappresentato esclusivamente da prove di verifica degli apprendimenti, per gli uni e per gli altri allievi. La differente tipologia di laboratorio è resa anche con una differenziazione cromatica delle pagine: il verde indica il laboratorio a, il giallo il laboratorio b, il viola il laboratorio c. Il presente volume si caratterizza per due connotazioni: la sua natura “funzionale” di sussidio e la sua “iincrementabilità” nel tempo. È, cioè, un sussidio per supportare l’iter verso l’imprenditorialità mediante percorsi formalizzati e predefiniti. È, però, un sussidio allo stato nascente… è cioè solo la “traccia” di uno strumento che anno dopo anno potrà essere incrementato dai contributi di quanti lo vorranno sperimentare.

Autori: 
Fulvio Ghergo
Editori: 
ASW S.r.l.
Data di pubblicazione: 
Gennaio, 2007
Copertina: 
Id Libro: 
urn:uuid:fa5f3153-6fdf-444c-b0c2-2b1511abcd34