Giovani e percorsi professionalizzanti: un gap da colmare? - Rapporto finale

Leggi Epub

Scarica Epub

Le Sedi nazionali del CNOS-FAP e del CIOFS/FP hanno avviato, nel corrente anno, una collaborazione con il CENSIS per intraprendere un’azione di ricerca sui giovani che rappresentano il segmento fondamentale che influisce sia sull’offerta formativa successiva al completamento del primo ciclo di istruzione (istruzione secondaria di secondo grado e formazione professionale iniziale per il diritto-dovere), sia quella post-secondaria, accademica e non. Questa prima ricerca tende ad approfondire le dinamiche, i fattori, i condizionamenti ed i percorsi che sottostanno alle scelte dei giovani a conclusione del primo ciclo di istruzione, offrendo spunti interpretativi sia di coloro che tendenzialmente optano per percorsi di studio generalisti destinati a proseguire perlopiù in ambito universitario, sia di coloro che, in misura più contenuta, optano per percorsi di studio di tipo professionalizzante, orientati al conseguimento di un titolo spendibile sul mercato del lavoro. Il presente volume, dal titolo “Giovani e percorsi professionalizzanti: un gap da colmare? Rapporto finale”, contiene i risultati di una rilevazione effettuata su 1.000 giovani in età compresa tra i 14 e i 19 anni, rappresentativi dell’universo per area geografica, sesso e Comune di residenza. Gli spunti contenuti in questa prima ricerca sono interessanti per quanti operano, a vario titolo, sia nel sistema educativo di istruzione e formazione che nel più specifico (sotto)sistema di istruzione e formazione professionale, dal momento che, affermano i ricercatori del CENSIS, “affiorano, anche da questa rilevazione, segnali che potremmo interpretare come proxy della scarsa mobilità tuttora caratterizzante la società italiana, la quale opera come elemento ordinatore di scelte e percorsi”. Al fine di avere una visione più completa delle sollecitazioni a cui il complessivo sistema di offerta formativa viene sottoposto, il CNOS-FAP ed il CIOFS/FP hanno promosso una seconda ricerca (che sarà oggetto di una successiva pubblicazione), prendendo in considerazione il punto di vista del modo imprenditoriale. Da tempo, infatti, si assiste ad uno scollamento tra la richiesta di una cultura tecnico-professionale di livello intermedio proveniente dal mondo imprenditoriale e l’opzione generalista che caratterizza le scelte scolastiche delle giovani generazioni. Gli enti promotori delle due iniziative si augurano di poter offrire anche ai decisori politici stimoli utili ad accompagnare il processo di riforma che investe tutto il sistema educativo, dal momento che “varrebbe forse la pena interrogarsi – affermano sempre i ricercatori del CENSIS – sulla complessiva architettura del sistema di offerta formativa, al fine di capire quale ne sia il grado di aderenza rispetto a esigenze ed aspettative di utenti diretti ed indiretti, intendendo con questi ultimi anche le famiglie. Sarebbe altrettanto opportuno verificare, sotto il profilo dell’intensità, il fabbisogno di metodologie di apprendimento altre da quelle immanentemente scolastiche ed aventi un più alto potenziale di attrattività per gli stessi studenti”. Il CNOS-FAP e il CIOFS/FP

Autori: 
Claudia Donati & Luigi Bellesi
Editori: 
ASW S.r.l.
Data di pubblicazione: 
Gennaio, 2007
Copertina: 
Id Libro: 
urn:uuid:2523c063-3a69-45d8-89c9-628db0093ccd