Salesiani Libri

Monitoraggio delle politiche regionali in tema di Istruzione e Formazione Professionale

Il Decreto legislativo approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri il 17 ottobre 2005 concernente la “Definizione delle norme generali e dei livelli essenziali delle prestazioni sul secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione ai sensi della legge 28 marzo 2003”, n. 53, all’articolo 18, comma 2, recita: “Gli standard minimi formativi relativi alle competenze di cui al comma 1, lettera b) sono definiti con Accordo in sede di Conferenza Stato-Regioni di cui al decreto legislativo 28 agosto 1997, n.

Educare alla costituzione

Questo libro cerca di proporre tracce di una educazione alla democrazia utilizzando la Costituzione come strumento educativo. La lettura della Costituzione non è affatto educativa di per sé, perché in generale è educativo ciò che rientra in un progetto pedagogico. Dunque la Costituzione va mediata pedagogicamente, come qualunque altro oggetto didattico.

Studio sull’intera filiera formativa professionalizzante alla luce delle strategie di Lisbona a partire dalla formazione superiore non accademica - Rapporto Finale

Gli anni 2007 e 2008 hanno segnato dal punto di vista della formazione professionale terziaria non accademica in Italia un significativo passaggio. Già la Finanziaria approvata nel 2006 decretava una riorganizzazione del Sistema di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, di cui all’art. 69 della legge 17 maggio 1999 n. 144. In seguito il decreto legge 31 gennaio 2007 n. 7 poi convertito in legge con modifiche il 2 aprile 2007 n. 40, art. 13 comma 2 prevedeva l’istituzione degli Istituti Tecnici Superiori.

Il punto sulla Formazione professionale in Italia in rapporto agli obiettivi di Lisbona

Negli anni più recenti non c’è stata discussione o proposta di miglioramento dei sistemi di istruzione e formazione, che non abbia preso a riferimento gli obiettivi che il vertice europeo di Lisbona aveva proposto come meta da conseguire entro il 2010, per fare dell’Europa l’economia della conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale.

Il ruolo della formazione in un sistema di welfare attivo

Una premessa necessaria La formazione professionale, come sistema, sta cambiando in termini non percepiti forse dall’opinione pubblica, ma invece ben percepiti dagli attori sociali coinvolti. C’è da tempo un tentativo, con alterne vicende, di rivederne il ruolo nella fase iniziale della vita delle persone in relazione alla loro entrata nel mercato del lavoro. C’è il crescere delle attività formative durante il corso della vita. Le due cose, formazione iniziale e continua si richiamano, la seconda soprattutto presuppone una buona qualità della prima.

Da qualificati, a diplomati, a specializzati - Il cammino lungo una filiera ricca di opportunità e competenze

Caro lettore questo volume richiama la tua attenzione su una proposta che sta avendo successo; si tratta dell’offerta formativa appartenente al sistema dell’Istruzione e Formazione Professionale (IeFP), promossa dalle Regioni. Oggi questo sistema propone percorsi formativi di durata triennale e quadriennale, validati da una sperimentazione avviata nel 2002 ed ora messa a regime, percorsi formativi il cui numero è cresciuto nel tempo dal punto di vista quantitativo e l’offerta formativa è migliorata dal punto di vista qualitativo.

Il sistema di Istruzione e Formazione Professionale italiano - Il passaggio al nuovo ordinamento: riferimenti, dispositivi e strumenti

Caro lettore questo volume richiama la tua attenzione su una proposta che sta avendo successo; si tratta dell’offerta formativa appartenente al sistema dell’Istruzione e Formazione Professionale (IeFP), promossa dalle Regioni. Oggi questo sistema propone percorsi formativi di durata triennale e quadriennale, validati da una sperimentazione avviata nel 2002 ed ora messa a regime, percorsi formativi il cui numero è cresciuto nel tempo dal punto di vista quantitativo e l’offerta formativa è migliorata dal punto di vista qualitativo.

La promozione delle capacità personali - Teoria e prassi

La Sede Nazionale (Centro Nazionale Opere Salesiane Formazione Aggiornamento Professionale), in questi anni, ha promosso una serie di pubblicazioni sulla formazione professionale iniziale: una proposta organica di standard formativi e professionali e numerosi strumenti per la personalizzazione del percorso formativo quali i manuali per la gestione dell’accoglienza, dell’orientamento e dell’accompagnamento al lavoro dipendente e autonomo, vari sussidi impostati sulla metodologia didattica induttiva.

Il fenomeno del bullismo nei cfp - Linee guida ispirate al sistema preventivo di don bosco per la prevenzione e il trattamento del bullismo tra gli allievi dei cfp cnos-fap

Il presente lavoro nasce all’interno di una progettazione pluriennale di interventi formativi, di ricerca e di applicazione realizzati nell’ultimo decennio all’interno dei Centri di Formazione Professionale del CNOS-FAP. L’obiettivo principale dei molteplici eventi realizzati è stato quello di esplicitare e sistematizzare concettualmente “l’educativo” presente, come da centenaria tradizione, nei singoli Centri Salesiani.

Pagine

Abbonamento a RSS - Salesiani Libri