Salesiani Libri

La IeFP nelle Regioni. Situazioni e prospettive

La pubblicazione del Quaderno del dott. Giacomo Zagardo, ricercatore impegnato da anni nella costruzione del quadro della IeFP nelle Regioni, costituisce un appuntamento atteso per chi opera in questo particolare ambito. Ogni anno, infatti, su impulso del CNOS-FAP, Zagardo traccia una fotografia aggiornata della situazione della IeFP nelle Regioni.

Pischelli in Paradiso. Storie di ragazzi e ragazze del Centro accoglienza minori don Bosco

Venticinque anni fa, sul retro dell’Istituto salesiano Sacro Cuore alla stazione Termini di Roma, in via Magenta, apriva le porte il Centro accoglienza minori don Bosco, in modo particolare grazie all’iniziativa e all’impegno di don Alfonso Alfano (morto, il 26 gennaio 2017).

La promozione delle competenze relative agli "assi culturali" nei percorsi di IeFP: Settore Meccanico

L’attenzione ad una progettazione formativa e didattica di tipo diacronico finalizzata a sostenere in modo strutturato le progressioni degli allievi non ha una grande tradizione nella IeFP, in quanto spesso confluiscono in essa giovani provenienti da itinerari molto frammentati e talora erratici, spesso dopo vari passaggi e/o fallimenti nei percorsi scolastici tradizionali. In questo contesto non è dunque strano che l’attenzione sia stata finora più orientata alla personalizzazione e al recupero piuttosto che alla continuità formativa in una prospettiva “curriculare”.

La promozione delle competenze relative agli "assi culturali" nei percorsi di IeFP: Settore Elettrico-Elettronico

L’attenzione ad una progettazione formativa e didattica di tipo diacronico finalizzata a sostenere in modo strutturato le progressioni degli allievi non ha una grande tradizione nella IeFP, in quanto spesso confluiscono in essa giovani provenienti da itinerari molto frammentati e talora erratici, spesso dopo vari passaggi e/o fallimenti nei percorsi scolastici tradizionali. In questo contesto non è dunque strano che l’attenzione sia stata finora più orientata alla personalizzazione e al recupero piuttosto che alla continuità formativa in una prospettiva “curriculare”.

Strumenti e metodologie di orientamento formativo e professionale nel quadro dei processi di apprendimento permanente

Nel corso del biennio 2015-2016 il gruppo di ricerca ha sviluppato in coerenza con gli obiettivi definiti dal progetto iniziale una serie di indagini, approfondimenti e interventi operativi, che possono essere raggruppati secondo cinque filiere principali.

Europa 2020. Una bussola per orientarsi

L'ambito di questo testo riguarda sia le politiche condotte dall'Unione Europea per promuovere lo sviluppo di sistemi formativi europei in grado di affrontare le sfide poste dal processo di globalizzazione in atto, sia le politiche condotte dagli Stati ,ebbri dell'Unione per rispondere alle sollecitazioni proposte a livello europeo e mondiale, con particolare attenzione al versante dell'Istruzione e Formazione Professionale.

Soft skill e orientamento professionale

L'orientamento professionale, inteso come dimensione permanente di ogni processo educativo e formativo, fin dalla Scuola dell'Infanzia, è una risposta alle nuove richieste formative che provengono dal mondo del lavoro, dalla ricerca educativa, dalle istituzioni europee e nazionali.

Da operatori, a tecnici, specializzati e tecnici superiori. Riferimenti, Dispositivi, Strumenti

“Da Operatori, a Tecnici, a Specializzati, a Tecnici superiori. Il cammino di studenti e apprendisti lungo la filiera lunga dell’istruzione e formazione tecnico-professionale”, vuole contribuire a supportare la necessità di maggiore conoscenza, comprensione e consapevolezza dello scenario nel quale si collocano i riferimenti, i dispositivi e gli strumenti dell’Istruzione e Formazione Professionale, dell’Istruzione e formazione tecnica superiore e dell’Istruzione tecnica superiore.

La Formazione Professionale nelle Regioni Anno 2014/2015 Proposta di un costo standard

La fotografia che il dott. Giacomo Zagardo, Ricercatore impegnato da anni nella definizione del quadro della IeFP nelle Regioni, traccia in questo Quaderno è ormai nota nella sua impostazione. Come sempre, infatti, con la precisione che gli è riconosciuta, tratteggia i punti di forza e di criticità di un (sotto)sistema del secondo ciclo che, se da una parte raccoglie risultati positivi, dall’altra fatica ancora ad assumere dimensione di sistema “nazionale”.

Concorso Nazionale dei capolavori dei Settori professionali Edizione 2016

Da un decennio ormai la Sede Nazionale ha messo in campo un’iniziativa denominata “Concorso Nazionale dei Capolavori dei settori professionali”, un’iniziativa che coinvolge, in forma anche ludica, l’allievo, il CFP e la Federazione CNOS-FAP nella didattica per competenze che è un orientamento generale europeo e italiano, ma, di fatto, rappresenta ancora più una sfida che una prassi consolidata e condivisa da tutti.

Pagine

Abbonamento a RSS - Salesiani Libri